In evidenza, News

Grazie lo stesso ragazzi, arrivederci a presto in Serie A TIM

non ci sono tag |
Scritto da

NAPOLI: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (77’ Rog), Jorginho, Zielinski; Callejon, Milik (67’ Mertens), Insigne (75’ Hamsik). A disp.: Rafael (GK), Sepe (GK), Maggio, Milic, Machach, Ghoulam, Diawara, Tonelli. All. Sarri
CROTONE: Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Rohden (46’ Stoian); Trotta (63’ Tumminello), Simy, Nalini (58’ Ricci). A disp.: Festa (GK), Izco, Diaby, Pavlovic, Zanellato, Sampirisi, Simic, Crociata, Ajeti. All. Zenga
ARBITRO: Banti di Livorno
MARCATORI: 23’ Milik (N), 32’ Callejon (N), 90’ Tumminello (C)

NAPOLI – Non sarebbe bastata neanche una vittoria questa sera al San Paolo, alla luce dei risultati degli altri campi, per ottenere una salvezza che i rossoblù di mister Zenga hanno dimostrato sicuramente di meritare per impegno e qualità messe in campo: nonostante un punto in più della scorsa stagione, con un ottimo girone di ritorno e risultati prestigiosi, la terza squadra retrocessa in serie B è il Crotone. Un match difficile quello di Napoli, con gli azzurri che mostrano subito la loro abilità di palleggio e passano su una gran giocata di Insigne, che si gira e crossa al centro per l’incornata di Milik al 23′ minuto. Bastano meno di dieci minuti per l’uno-due del ko a firma di Callejon che, con il suo movimento tipico sul secondo palo, raccoglie un cross alle spalle della difesa rossoblù. Zenga prova a cambiare, gli squali provano a mostrare i denti, ma l’orecchio è sempre rivolto agli altri campi dove i risultati suonano come una sentenza inesorabile. Soddisfazione personale per Tumminello nel finale che con un preciso tiro da fuori batte Reina per il 2-1. Le battaglie può perderle solo chi le combatte… grazie lo stesso ragazzi, arrivederci a presto in Serie A TIM!!!