La Vibonese si aggiudica ai rigori il “I Trofeo Luigi Vrenna”

Il Crotone di Modesto gioca bene e crea tanto ma si arrende ai rigori contro la Vibonese che si aggiudica il “I Trofeo Luigi Vrenna”, padre del presidente Gianni Vrenna: un uomo eccezionale, ricco di valori e primo tifoso della squadra rossoblù.
Gli squali hanno giocato molto bene ma i miracoli di Mengoni hanno fatto si che la Vibobese sia riuscita a portare il match ai rigori dove sono stati fatali gli errori di Mulattieri e Nedelcearu.

CROTONE: Festa; Nedelcearu, Marrone (1’st Visentin), Mondonico; Rispoli, Zanellato (34’st Giannotti ), Vulic, Molina; Borello, Rojas (1’st Kargbo); Mulattieri. A disp: Saro, Yakubiv, D’Aprile, Petriccione, Juwara, Bruzzaniti, Tutyskinas, Nanni, Spezzano. All. Modesto

VIBONESE: Marson (17’st Mengoni); Ciotti (29’st Fomov), Polidori, Vergara (32’st Risaliti), Mahrous (17’st Mauceri); Cattaneo, Basso, Tumbarello (24’st Senesi); Spina, Grillo (17’st La Ragione); Persano (11’st Ngom). A disp: Alvaro, Leone, Falla, Staropoli, Furci. All. D’Agostino

Arbitro: Baratta di Rossano
Reti: 30’ Spina su rigore (V), 16’st Nedelcearu (C)
Ammoniti: Borello (C), Polidori (V), Fomov (V)
Rigori: Ngom (V) gol, Vulic (C) gol, Senesi (V) gol, Mulattieri (C) parato, La Ragione (V) gol, Kargbo (C) gol, Mauceri (V) gol, Nedelcearu (C) parato

 

La prima occasione del match è per gli ospiti con un destro di Grillo che termina alto al 3’. La risposta degli squali è affidata al 15’ al destro dalla distanza di Nedelcearu con la palla che termina fuori. Passa un minuto e Rojas con una gran conclusione di destro dal limite sfiora l’incrocio dei pali. Al 18’ azione bellissima dei pitagorici con Rispoli che serve Borello, palla in mezzo per l’accorrente Nedelcearu bravissimo nell’inserimento ma il suo tentativo si perde di poco a lato. Al 30’ Spina si procura e realizza un calcio di rigore spiazzando Festa e portando in vantaggio i suoi. Nel finale di tempo ancora pitagorici pericolosi con
Mulattieri (40’) che trova l’opposizione di Marson, Mondonico che prima (42’) di testa sfiora il palo, e dopo (45’) ancora di testa chiama il portiere ospite alla parata.
La ripresa si apre con due cambi per Modesto che inserisce Visentin e Kargbo per Marrone e Rojas. I rossoblù hanno subito una ghiotta opportunità con Molina (47’) che manda fuori da ottima posizione dopo il cross di Rispoli smanacciato da Marson. Grande pressione e aggressività per gli squali che sono padroni del campo ma non riescono a concretizzare la mole di gioco come avviene al 57’ quando Zanellato ci prova col destro ma la palla va di poco fuori. Gol che arriva 4 minuti dopo: punizione di Vulic, colpo di testa di Zanellato respinto molto probabilmente con un braccio ma la palla termina sul sinistro di Nedelcearu che con molta freddezza supera Marson e sigla il pareggio. Al 68’ il difensore rumeno sfiora la doppietta, ma questa volta il suo colpo di testa è salvato quasi sulla linea da Basso.
Al 76’ bell’azione manovrata in velocità con palla che arriva a Kargbo sulla sinistra, si accentra e calcia di destro ma Mengoni blocca a terra. Al 78’ Corner di Vulic e colpo di testa ancora di Mondonico, palla di poco al lato. Altri due minuti ed è di nuovo Kargbo ad andare vicino al gol, ma Mengoni gli nega la gioia della rete. All’84’ Mulattieri si gira in un fazzoletto e lascia partire un gran tiro deviato in angolo da uno strepitoso intervento del portiere. A tre dal termine Kargbo si ritrova a tu per tu col portiere ma Mengoni compie altri due ottimi interventi salvando il risultato. All’88’ ancora Kargbo ci prova ma la difesa ospite salva in affanno, poi c’è il tentativo di Nedelcearu al volo da fuori ma Mengoni salva. Un minuto dopo il primo tentativo nella ripresa per gli ospiti con Ngom che va via con una serpentina e si ritrova davanti a Festa che lo ipnotizza respingendo in angolo.
Si va ai rigori dove ad avere la meglio è la Vibonese.

© 2020 F.C. Crotone Srl
powered by IDEMEDIA® · Hosted on FlameNetworks