Rossoblù #DistantiMaUniti, Curado: “Il campo manca, ma prima viene la salute”

Altro appuntamento con Rossoblù #DistantiMaUniti, la rubrica che permette ai tifosi pitagorici di conoscere nel dettaglio i propri beniamini. Oggi è il turno di Marcos Curado che ha risposto dalla sua abitazione Crotonese dove vive con la moglie Luciana che è in dolce attesa: “Sto trascorrendo le giornate con mia moglie e la mia giornata tipo inizia con la colazione e prosegue col lavoro che ci invia il preparatore atletico. Poi il pranzo ed esco, una volta al giorno, per portare sotto casa il cane. Il resto scorre tranquillamente, non sono un giocatore accanito di play station però per stare collegato con i miei amici argentini e per occupare del tempo gioco almeno una volta al giorno”.
Sull’eventuale ripresa Curado pensa che “facciamo i calciatori quindi non vediamo l’ora di tornare a fare il nostro mestiere ma attualmente ci sono altre priorità, la salute e la vita, quindi dobbiamo aiutare gli altri restando a casa”.
Dopo l’infortunio sei rientrato alla grande prima dello stop con alcune ottime prestazioni: “Ho subito un intervento chirurgico a luglio, poi dopo la riabilitazione sono tornato ed ho acquisito la giusta forma. Mi mancava tantissimo il campo, i compagni e non vedevo l’ora di poter dare il mio contributo. Per fortuna ora è tutto passato e sono contento”.
Un commento complessivo sulla tua esperienza in rossoblù in questi due anni: “All’inizio ho avuto un po’ di difficoltà perché nei primi mesi ero da solo, avevo cambiato Nazione, ma poi mi sono ambientato alla grande. A Crotone abbiamo trovato gente fantastica sempre disponibile e calorosa e poi è una città simile alla nostra, Mar del Plata, ci troviamo molto bene”.
Clicca sul video per ascoltare tutte le risposte di Curado:

© 2020 F.C. Crotone Srl
powered by IDEMEDIA® · Hosted on FlameNetworks