In evidenza, News

Serie BKT, 23a giornata: Verona-Crotone 1-1

non ci sono tag |
Scritto da

TABELLINO

VERONA: Silvestri; Faraoni, Marrone, Vitale, Bianchetti; Zaccagni, Munari (13’ Colombatto), Gustafson; Di Gaudio (70’ Pazzini), Di Carmine, Matos (51’ Tupta). A disp.: Berardi, Ferrari, Henderson, Balkovec, Lee, Laribi, Dawidowicz, Almici, Empereur. All. Grosso
CROTONE: Cordaz; Golemic, Spolli, Vaisanen (24’ Curado); Sampirisi, Rohden, Benali, Barberis, Milić; Pettinari (66’ Molina), Machach (61’ Mraz). A disp.: Festa, Cuomo, Firenze, Tripaldelli, Gomelt, Kargbo, Marchizza, Zanellato, Valietti. All. Stroppa
ARBITRO: Piccinini di Forlì
MARCATORI: 50’ Pettinari (C), 78’ Di Carmine (V)
AMMONITI: 31’ Matos (V), 40’ Zaccagni (V), 41’ Marrone (V), 53’ Milić (C), 74’ Cordaz (C)
EPULSO: 63’ Rohden (C) per doppia ammonizione

Termina in parità, 1-1, la sfida del Bentegodi tra l’Hellas Verona e il Crotone con i rossoblù che incamerano il quarto risultato utile consecutivo.
Pronti, via e Zaccagni si divora il vantaggio di testa, tutto solo, mandando alto. Il Crotone però prende subito in mano il pallino del gioco e crea diverse buone occasioni. Al 13’ problemi fisici per Munari con Grosso che deve ricorrere al primo cambio. Passano undici minuti e anche Stroppa deve sostituire Vaisanen, colpito da una scarpata di Di Carmine che gli provoca un taglio con fuoriuscita di sangue. Gli squali sembrano poter colpire da un momento all’altro e ci vanno vicinissimi con un destro di Rohden ben indirizzato ma Silvestri, con un gran colpo di reni, manda in corner.
La ripresa si apre subito con gli squali in vantaggio al 50’ grazie a Pettinari che interviene su una conclusione di Rohden deviando in rete col polpaccio. Sembra tutto in discesa per i ragazzi di Stroppa ma al 63’ il Crotone resta in dieci per il secondo giallo rimediato da Rohden, anche se dalle immagini sembra non esserci il secondo fallo dello svedese. Il Verona cerca di approfittare dell’uomo in più e prova a rendersi pericoloso. Il pareggio arriva a 12 minuti dal termine con Di Carmine che sfrutta l’assist dell’ex Faraoni e batte in uscita bassa Cordaz. Al minuto 88 Gustafson entra in area ma Cordaz lo ipnotizza e gli para la conclusione ravvicinata.