B Solidale, riparte il Campionato della Solidarietà

B Solidale, riparte il Campionato della Solidarietà

B Solidale, riparte il Campionato della Solidarietà

News

Terza stagione di B Solidale, la piattaforma di Responsabilità Sociale attraverso la quale la Lega Serie B si confronta con il terzo settore durante l’arco di tutta la stagione Serie B Eurobet 2013/14. Un progetto che ha voluto modificare l’approccio tradizionale del calcio verso il mondo della solidarietà, in modo meno routinario, attraverso un impegno più strutturato e sistematico, selezionando un numero ristretto di 5 Associazioni.

Nella terza edizione sono state 197 le Organizzazioni Non-Profit che hanno partecipato al bando, candidando progetti dedicati ai 5 temi identificati dalla Lega: infanzia, terza età, ricerca scientifica, diversa abilità e disagio sociale.

Nella precedente edizione i progetti sono stati 105 e 57 nella prima edizione, segno positivo di un progetto che sta avendo sempre più successo e attenzione da parte del terzo settore,ma anche di un bisogno crescente e di una sempre maggiore richiesta di aiuto.

Le campagne di sensibilizzazione e di raccolta fondi saranno veicolate in contemporanea su tutti i campi della Serie B Eurobet e amplificate in ambito locale dalle società, con la partecipazione dei quotidiani sportivi e dei licenziatari audiovisivi di Lega.

Le Onlus – Nel campo dell’infanzia la scelta ha premiato l’Associazione CasaOz Onlusche si occupa prevalentemente di accoglienza, sostegno e accompagnamento dei bambini e dei loro nuclei familiari colpiti dall’esperienza della malattia. Nel settore della terza etàriconosciuto l’impegno dell’Associazione Italiana Parkinsoniani, ente morale che ha lo scopo di promuovere un’informazione sistematica su tutti gli aspetti della malattia del Parkinson a pazienti, familiari e sanitari, mentre l’Associazione Nazionale per le Infezioni Osteoarticolari (ANIO Onlus) è l’ente di volontariato che si occupa di tutelare tutti i malati affetti da infezioni ossee, scelto nel campo della diversa abilità. Selezionata anche la Fondazione “Città della Speranza” Onlus, con un progetto di assistenza psicologica e di ricerca-intervento in oncoematologia pediatrica, nel settore della ricerca scientifica, e Mus-e Ambrosiana Onlus, che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale svolgendo attività di carattere culturale, per la categoria del disagio sociale. Un ambito questo che riguarda anche l’integrazione razziale, tema particolarmente sentito in questo momento dalla Lega e dall’opinione pubblica.

Parte degli incassi play off 2012/13, 25.000 euro, alla Caritas per le zone terremotate dell’Emilia – L’appuntamento di Padova è anche l’occasione per ricordare, anche concretamente, il terremoto che ha colpito l’Emilia nella primavera del 2012. Nella consapevolezza che a oltre un anno di distanza c’è ancora tanto da fare, luoghi da ricostruire, spazi sociali da ricreare, un’economia, e quindi un’occupazione, da sostenere, la famiglia della Serie B non dimentica e si è impegnata nuovamente ad aiutare luoghi martoriati dal sisma dello scorso maggio.

Così come un anno fa, grazie alle generosità delle sei squadre coinvolte nel play off e nei play out 2011/12 furono raccolti 150mila euro per contribuire alla nascita di tre centri di comunità realizzati da Caritas a Medolla, Fossa di Concordia e Mirandola, allo stesso modo anche quest’anno le quattro qualificate alla fase finale per la promozione in A hanno, insieme alla Lega Serie B, deciso di partecipare alla rinascita di luoghi di promozione sportiva, sempre attraverso l’opera fondamentale di Caritas italiana, con l’obiettivo di rafforzare il tessuto sociale ispirato ai valori di solidarietà e partecipazione.

Special Olympics – Alla presentazione sarà presente anche Special Olympics Italia Onlus, partner permanente del Progetto Sociale, con il quale la Lega condivide il valore dello sport inteso come mezzo d’integrazione. In questa stagione sportiva la Lega Serie B sosterrà ilprogramma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche che per quasi 3.700.000 persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva adottato da Special Olympics.

Fonte:www.legaserieb.it

© 2020 F.C. Crotone Srl
powered by IDEMEDIA® · Hosted on FlameNetworks