Campionato, Tavecchio: presto e bene. Abodi: prima chiarezza

News

“Se non facciamo queste misure il campionato non parte nei termini previsti”. Lo ha detto il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, annunciando l’adozione di un provvedimento politico che lo legittima, in base all’articolo 33 comma 11 del codice di giustizia sportiva, a “stabilire modalità procedurali particolari e abbreviazioni dei termini previsti” dei procedimenti di indagine. Il provvedimento, condiviso stamane tra Tavecchio e il pm federale, Stefano Palazzi, sarà dettagliatamente scritto ed elaborato nei prossimi giorni. Risponde alla scelta politica di intervenire fermamente nel calcioscommesse per avere processi giusti ma anche in tempi rapidi. La norma dell’articolo 33 consente un intervento straordinario del presidente federale previsto dal codice di giustizia sportiva. L’obiettivo e’ quello, nell’ambito delle inchieste sportive relative alle indagini di Catanzaro (Savona-Teramo) e Catania, di evitare al minimo il rischio di slittamento dell’inizio del campionato di Serie B: “Con grande sacrificio di tutti – rileva Palazzi ricordando i tempi di inchiesta dei precedenti processi riguardanti la prima inchiesta di Cremona sul calcioscommesse – siamo riusciti a concludere il secondo grado di giudizio il 17-18 agosto. Cercheremo di fare il più presto possibile, anche sulla base di queste strategie adottate”.

“Siamo pronti a confermare la data e al tempo stesso a rinviarla perché dobbiamo iniziare puliti. L’opinione pubblica deve potersi specchiare nel nostro campionato dopo decisioni inequivocabili che consentano di ire che chi ha sbagliato è uscito dal sistema”. Il numero uno della Lega Serie B, Andrea Abodi, non esclude la possibilità di rinviare la data di inizio dei campionati pur di dare il tempo alla procura federale per fare piena luce sulle responsabilità legate alle inchieste di Catanzaro e Catania. “E’ nostro costume – ha aggiunto Abodi nella conferenza stampa in Figc – fare sempre un passo avanti e non indietro. Nei momenti di difficoltà chiariamo all’opinione pubblica la prospettiva su cui stiamo lavorando. E’ del tutto evidente il lavoro che stanno facendo la Figc e la Procura, che per noi sono un elemento di massima garanzia”.

Fonte: www.legaserieb.it

© 2020 F.C. Crotone Srl
Hosted on FlameNetworks | Powered by IDEMEDIA®