Figc, stretta contro il razzismo. Il 2 settembre stop al mercato

News

L’approvazione della nuova normativa in materia di razzismo e il rinnovo della delibera già in vigore sul tesseramento dei calciatori extracomunitari in ambito professionistico per la stagione sportiva 2013/2014 sono alcune delle decisioni più importanti adottate dal Consiglio Federale riunito oggi a Roma. Come già anticipato nei giorni scorsi, prima e nel corso della riunione del Comitato Esecutivo a Londra, la Figc ha fatto proprie le norme Uefa inserendole nel codice di Giustizia Sportiva, rinforzando la propria posizione di contrasto al razzismo. Il Consiglio federale, dopo aver ascoltato una relazione del presidente Abete sui lavori del Comitato Esecutivo, ha approvato il nuovo testo del’art.11 del Codice di Giustizia Sportiva, con un forte e significativo inasprimento delle sanzioni a carico di calciatori, dirigenti, tesserati (e dei rispettivi club), responsabili di comportamenti discriminatori.
È stata rinnovata anche per la stagione 2013/2014 la delibera già in vigore nella passata stagione: le società di serie A potranno tesserare un numero massimo di due calciatori di Paesi non aderenti alla UE o alla EEE, con il sistema – già attuato – della sostituzione con altro calciatore trasferito a società estera. “Abbiamo definito questa normativa – ha dichiarato il presidente Abete – con largo anticipo rispetto agli anni passati. Il problema di oggi non è quello del numero, ma della qualità e il nostro obiettivo è quello di dare qualità al campionato con ingressi di livello”.

Sono state inoltre approvate le disposizioni regolamentari in materia di tesseramento per le società professionistiche per la stagione 2013/2014:
– Accordi preliminari
da mercoledì 5 giugno a domenica 30 giugno 2013;
– Variazione di tesseramento calciatori professionisti
dal 1° luglio al 2 settembre 2013(ore 23);
dal 3 gennaio al 31 gennaio 2014 (ore 23);
– Opzioni
dal 17 al 19 giugno 2013;
– Controopzioni
dal 20 al 22 giugno 2013.

Il Consiglio ha poi approvato l’adeguamento dei sistemi di pagamento e dei rapporti connessi alla campagna trasferimenti e tesseramenti alle regole già in vigore all’estero, per garantire maggiore elasticità nella gestione della campagna trasferimenti da parte delle società italiane rispetto al mercato internazionale.
Infine il Consiglio ha approvato la delibera che prevede anche per la stagione 2013/2014 l’adozione in Serie A del sistema degli arbitri addizionali.
Nel corso della conferenza stampa, il presidente Abete, dopo aver illustrato le decisioni adottate, ha affrontato l’argomento che riguarda i deferimenti del filone barese sul calcio scommesse: “Siamo al fotofinish – ha dichiarato – non abbiamo una situazione collegata all’ora o al giorno preciso perchè non è una titolarità in capo alla Federazione ma, da quello che risulta, nei prossimi giorni si procederà ai deferimenti sul filone di Bari”.
Tornando al Consiglio federale, nelle comunicazioni introduttive il presidente ha rivolto un caloroso augurio di buon lavoro al nuovo capo della Polizia dr. Alessandro Pansa, confermando la piena disponibilità della FIGC a rafforzare ulteriormente la collaborazione e il comune impegno sui temi che riguardano il mondo del calcio.

Fonte: www.figc.it

© 2020 F.C. Crotone Srl
Powered by IDEMEDIA®