La B Italia sciupa, il Parma ne approfitta: finisce 4-1

News

Davanti ad una buona cornice di pubblico, e sotto gli occhi del selezionatore dell’Under 20 Alberigo Evani, la B Italia ha disputato la quarta amichevole stagionale contro il Parma di Luigi Apolloni e del Presidente Nevio Scala. La partita, fortemente voluta dal numero uno della Lega B, Andrea Abodi, per celebrare la società gialloblù, capace di far rinascere il calcio nella città ducale dopo il fallimento dello scorso anno, si è dimostrata fin da subito piacevole con i ragazzi di Massimo Piscedda autori di un primo tempo brillante giocato a viso aperto ma nella ripresa la condizione atletica migliore e gli innesti dalla panchina hanno fatto la differenza portando il risultato in favore dei ducali che hanno avuto la meglio per 4 reti ad 1.

Nella prima parte del primo tempo è la B Italia a fare la gara con due nitide occasioni, entrambe neutralizzate dal numero 1 gialloblù Fall. Prima Lanini su punizione impegna l’estremo difensore avversario, poi l’occasione capita sui piedi di Bonazzoli, fermato ancora dal portiere rivale. Il Parma però non ci sta e nella seconda parte alza i ritmi colpendo una traversa con Guazzo servito da Mazzocchi che con un numero pregevole aveva scavalcato Crecco.

La gara si sblocca al 32’ con Sbrissa che ribadisce in rete una punizione calciata magistralmente da Crecco e respinta da Fall. Neanche il tempo di gioire e arriva il pareggio di Guazzo. L’attaccante del Parma supera la difesa avversaria e batte un incolpevole Provedel.

La reazione della B Italia non si fa attendere in una partita che diventa bellissima nel frangente: Lanini semina il panico in area di rigore e prova il destro ma ancora una volta una parata del portiere avversario nega il gol all’attaccante del Como. E finisce di fatto qui la prima frazione.

Il secondo tempo inizia all’insegna del Parma: la squadra di Apolloni passa al 4° col solito Guazzo che viene imbeccato da Molinaro con un preciso assist sul filo del fuorigioco. Anche in questo caso l’attaccante non sbaglia a tu per tu con Provedel che prova il miracolo ma riesce solo a toccare il pallone.

Non si perde però d’animo la squadra di Massimo Piscedda che prova subito a pareggiare con Lanini che si libera bene in area di rigore ma perde l’attimo buono per il tiro permettendo a Cacioli di recuperare la sfera.

Al quarto d’ora altra occasione per la B Italia: fa tutto Bonazzoli che semina due avversari, arriva sul fondo e mette dentro per l’accorrente Orsolini. L’attaccante dell’Ascoli non tira di prima intenzione e finisce per perdere palla sciupando quello che di fatto è un rigore in movimento.

Ma la solita regola non scritta nel calcio colpisce ancora: e infatti sul capovolgimento di fronte il Parma trova il tris con un contropiede micidiale capitalizzato da Lauria che scatta sul filo del fuorigioco e sigla il 3-1.

Al 73’ il Parma potrebbe centrare il poker col neoentrato Molinaro che scatta sulla sinistra, si accentra e lascia partire un sinistro potentissimo che si stampa contro l’incrocio dei pali.

La B Italia nel finale si lancia in avanti alla ricerca del gol che riaprirebbe il match prestando il fianco alle ripartenze dei ducali che vanno di nuovo vicino al gol con Fanti che viene però ipnotizzato da Saloni che legge bene la situazione e blocca l’attaccante avversario con un’ottima uscita.

Ma l’appuntamento col gol di Fanti è solo rimandato: l’attaccante gialloblù stavolta non sbaglia a tu per tu con Saloni siglando la rete del definitivo 4-1.

Finisce quindi con la vittoria del Parma una gara bella che ha divertito i tifosi sugli spalti e gli addetti ai lavori che hanno potuto apprezzare i tanti giovani del campionato cadetto che, nonostante una buona gara, escono dal Tardini con una sconfitta al cospetto di una squadra, quella gialloblu, che sta dominando il suo girone nel campionato di Serie D e che si appresta a ritornare nel calcio professionistico grazie ad una società molto organizzata e ricca di valori che anche il Presidente della Lega B, Andrea Abodi, ha più volte ricordato in fase di presentazione del match.

Mister Piscedda a margine della gara ha voluto comunque fare i complimenti ai rivali per la bella gara ma soprattutto per la stagione straordinaria disputata: “oggi avevamo di fronte un grande club che sta tornando a piccoli passi verso il posto che gli compete. Per quanto riguarda la gara posso dire che aldilà dei meriti dei gialloblu va sottolineato come noi abbiamo comunque disputato una gara, almeno nei primi 45’ minuti, assolutamente positiva. Naturalmente mettere su una squadra con ragazzi che non si conoscono non è mai semplice ma dalle difficoltà si cresce e il nostro ruolo è anche e soprattutto questo. Il talento non ci manca e i ragazzi che ho portato qui oggi saranno di sicuro elementi che rivedremo con la maglia della B Italia ma non solo”.

© 2020 F.C. Crotone Srl
Powered by IDEMEDIA®