Reggina-Crotone 1-4, il Video

News

REGGINA: Pigliacelli, Maicon (34’st Fischnaller), Adejo, Lucioni, Barillà, Foglio (24’st Gerardi), Dall’Oglio, Strasser, Sbaffo, Di Michele (36’st Pambou), Dumitru. A disp: Zandrini, Bochniewicz, Di Lorenzo, Frascatore, Ipsa, Contessa. All. Gagliardi

CROTONE: Gomis, Del Prete, Suagher, Ligi, Mazzotta, Crisetig, Matute, Cataldi, Bernardeschi (36’st Cremonesi), Ishak (34’st Pettinari), De Giorgio (46’st Meola). A disp: Secco, Ferrari, Saric, Galardo, Giannone, Diop. All. Drago

Arbitro: Ciampi di Roma1
Marcatori: 20’st Cataldi (C), 29′ st Gerardi (R), 30’st Ishak (C), 39’st Pettinari (C) su rigore, 48’st Pettinari (C)
Ammoniti: Ligi (C), Barilla’ (R), Matute (C), Bernardeschi (C)

Grandissima prestazione del Crotone di Drago che espugna il Granillo per la prima volta in Serie B, concedendo il bis dopo il successo dell’andata, rifilando un poker alla Reggina. I rossoblù sono stati autori di una prova superlativa mostrando facilità di passaggio e palleggio, una squadra che gioca a memoria.
Drago deve fare a meno dello squalificato Dezi e all’ultimo anche di Bidaoui, vittima di un attacco febbrile. In avanti Ishak punta centrale con bernardeschi a detsra e De Giorgio a sinistra. Il primo tiro della gara è per gli amaranto, con Dumitru che fa il solletico a Gomis. Rispondono i rossoblù, oggi in maglia bianca, con Bernardeschi al volo, palla a lato. La Reggina ha la palla per passare in vantaggio con Di Michele che non ne approfitta e manda alto da buona posizione. Gli ospiti nella seconda parte del primo tempo salgono in cattedra e si rendono pericolosi in 3 occasioni: tiro-cross di Del Prete respinto da Pigliacelli. Poi tocca a De Giorgio cercare il jolly da fuori, palla di poco a lato. Poco dopo è ancora il numero 10 di Drago che in va via in contropiede ma pressato da tre avversari non riesce a dare la giusta forza alla palla.

Nella ripresa la Reggina rimane negli spogliatoi e sono gli squali a dominare in lungo e in largo. I pitagorici all’inizio ci provano con Matute e Cataldi da fuori però senza fortuna. Gli uomini di Drago dimostrano di avere anche una grande condizione fisica e al 20° arriva il meritato sorpasso: cross dalla sinistra di Mazzotta, Ishak spizzica di testa, Cataldi controlla la sfera e con un perfetto diagonale trafigge Pigliacelli. Gagliardi inserisce Gerardi per Foglio ed è proprio lui che al 29’ trova un gran gol da fuori con la palla che termina nel sette, tiro imparabile. Ma la risposta del Crotone è immediata: Bernardeschi punta gli avversari, cambia passa e affonda, palla al centro per Ishak che si fa trovare pronto all’appuntamento con la rete e riporta i suoi in vantaggio. Drago cambia Ishak con Pettinari, e subito dopo inserisce un difensore Cremonesi, per un esterno offensivo, Bernardeschi. Pettinari entra subito in partita e a sei minuti dal termine si procura un rigore per fallo di Barillà, che già ammonito viene graziato dal signor Ciampi. Dal dischetto va lo stesso Pettinari che spiazza con estrema freddezza Pigliacelli e sigla il 3-1 per il Crotone. Ma non è finita qui, infatti nel recupero arriva anche la quarta rete degli squali dopo un’altra bell’azione di mazzotta sulla sinistra, palla al centro con Pettinari che anticipa Lucioni e batte Pigliacelli per il 4-1 finale. Crotone che batte la Reggina a domicilio dopo ben 62 anni e vola a 45 punti in classifica al quarto posto, a due solo lunghezze dalla serie A diretta.

© 2020 F.C. Crotone Srl
Hosted on FlameNetworks | Powered by IDEMEDIA®