Seria A, 4a giornata: Crotone-Inter 0-2

News

TABELLINO

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Ajeti (66′ Cabrera), Ceccherini (84′ Tumminello), Martella; Rohden (72′ Faraoni), Mandragora, Barberis, Stoian; Budimir, Tonev. A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Aristoteles, Kragl, Izco, Pavlovic, Trotta, Simic, Crociata. All. Nicola.

INTER: Handanovic; D’Ambrosio (84′ Ranocchia), Skriniar, Miranda, Dalbert (64′ Nagatomo); Gagliardini (56′ Vecino), Borja Valero; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. A disp.: Padelli (GK), Berni (GK), Karamoh, Eder, Vanheudsen, Brozovic, Pinamonti. All. Spalletti.

Arbitro: Bantu di Livorno
Rete: 82′ Skriniar (I), 90’+2 Perisic (I)
Ammoniti: Miranda (I), Candreva (I), Cordaz (C)
Spettatori: 13.422

CROTONE – Peccato. Non ci sono altre parole per cominciare a parlare di una sconfitta del Crotone contro l’Inter arrivata soltanto nei minuti finali e dopo che gli squali hanno sciupato tre clamorose palle gol con Handanovic protagonista. La prestazione dei rossoblù, però, lascia ben sperare e contro una corazzata come quella dell’Inter la formazione di Nicola ha tenuto botta, rischiato poco e sprecato tante occasioni per passare in vantaggio. A questo si aggiunge che gli squali hanno a lungo protestato con l’arbitro Banti per un calcio rifilato da Perisic a Martella in occasione del vantaggio degli ospiti. Situazione che ha favorito la conclusione vincente di Skriniar. Al Crotone stava già stretto il pareggio, ma perdere a otto minuti dalla fine lascia l’amaro in bocca. Gli squali, però, possono ripartire dalle tante cose buone viste in questa partita e preparare fisicamente e mentalmente i prossimi due impegni ravvicinati a Bergamo con l’Atalanta (mercoledì) e in casa col Benevento domenica.

© 2020 F.C. Crotone Srl
Hosted on FlameNetworks | Powered by IDEMEDIA®